main image
  • MDT140K-01.JPG
  • MDT140K-02.JPG
  • MDT140K-03.JPG
  • MDT140-04.JPG

MDT 140 K

Posizionabile  nel  segmento  medio-grande  delle perforatrici brandeggiabili, e nel segmento medio-grande  delle  perforatrici  per  consolidamento  in galleria, grazie alla sua originale peculiarità di poter essere  utilizzata  sia  per  l’esecuzione  di  micropali, tiranti d’ancoraggio e di consolidamento secondo tecnica Jet grouting, sia per l’esecuzione di infilaggi in galleria ove sono richieste altezze di perforazione in orizzontale fino a cinque metri.
Notevoli  le  doti  di  elevata  manovrabilità,  affidabilità  e  produttività, anche in caso di utilizzo in condizioni estremamente gravose, il tutto grazie all’adozione di numerose soluzioni tecniche innovative e di un accurato dimensionamento di tutte le parti strutturali.
Dispositivi di protezione attivi e passivi garantiscono sempre condizioni di massima sicurezza per l’operatore e per le eventuali altre persone operanti presso la macchina.

• Gruppi di articolazione ralla - moto riduttori, applicati sul corpo macchina, che permettono un ulteriore movimento indispensabile nel posizionamento per perforazioni in galleria con batterie di perforazione di diametro fino a 140 mm e profondità utile di 13 m.
• Mast corsa 13 m per utilizzo in galleria.
• Mast modulabile avente corsa base 3,5 m e prolunga smontabile da 2 m per ottenere corsa max. 5 m. Il mast base può essere utilizzato per esecuzione arco rovescio in galleria, in abbinamento alla prolunga da  2  m  può  essere  utilizzato  per  perforazione  verticale/inclinata  ed orizzontale per esecuzione tiranti di ancoraggio.
• Prolunghe  tralicciate  installabili  su  mast  corsa  5  m  per  esecuzione perforazioni verticali Jetting profondità utile max.14 m.
• Caricatore automatico a tamburo per aste di lunghezza max. 5 m e diametro max. 140 mm. Il caricatore può essere installato per lavoro di perforazione verticale in abbinamento alle prolunghe tralicciate al fine di ottenere una profondità utile totale max. di 41.4 m, per trattamento in galleria in abbinamento al mast corsa 13 m al fine di ottenere una profondità utile totale max. di 43 m, ed in abbinamento al mast corsa 5 m al fine di ottenere una profondità utile totale max. di 32.5 m.
• Consolle  portatile  elettrica  di  comando  a  distanza,  per  permettere all’operatore  di  trovarsi  sempre  nella  posizione  ideale  di  massima sicurezza, sia durante le fasi di piazzamento e lavorazione, sia durante la traslazione della macchina; in particolare in fase di salita e discesa dal carrello di trasporto su strada.
• Sistema automatico di ripartizione della potenza con pompa idraulica principale del tipo “Load Sensing” per l’ottimizzazione delle prestazioni della perforatrice per il mantenimento di un’elevatissima produttività di lavorazione.
• Adozione di dispositivi automatici che rendono più semplice l’uso della macchina stessa anche da personale meno esperto.
• Generoso sovradimensionamento delle parti strutturali che tiene conto di condizioni critiche generate da eventuali errori da parte dell’operatore stesso.

La perforatrice è conforme alle norme CE, specificatamente alla UNI EN 791.

L’adozione  di  un  motore  da  210  hp  rende  disponibile  una  potenza eccezionale che permette di raggiungere ineguagliabili livelli di produttività.
Sono applicabili rotary con coppia max. fino a 32000 Nm, aventi elevata potenza specifica che permette contemporaneità di funzionamento con alti valori di coppia e velocità di rotazione anche in caso di applicazione di doppia rotary o martello esterno con rotary.

Tutte  le  funzioni  di  traslazione,  piazzamento,  posizionamento  antenna  e perforazione sono comandate a distanza così da poter ridurre al minimo i  tempi  morti  nelle  diverse  fasi  di  utilizzo.  L’accurata  disposizione  dei comandi ed il loro ridotto numero, rende facile ed immediata la padronanza della macchina da parte di qualsiasi operatore.
 
Il  motore  è  alloggiato  nella  parte  posteriore  della  perforatrice  con interposizione di supporti antivibranti.
Un display interfacciato con la centralina elettronica del motore stesso permette  di  visualizzare  tutti  i  parametri  di  funzionamento  compresi ad esempio i valori istantanei di potenza assorbita e di consumo di gasolio, oltre lo stato della temperatura acqua, pressione olio motore ecc.
In caso di anomalia la diagnosi automatica dello stato del motore permette di prevenire condizioni di blocco della macchina e conseguente arresto della  produzione.  Anche  il  controllo  dell’acceleratore  motore  avviene elettricamente, in modo graduale, dalla consolle portatile di telecomando o radiocomando.

Il carro cingolato è dotato di torretta di rotazione ralla, azionata da due motoriduttori, che facilita il posizionamento della macchina al fronte della galleria soprattutto in caso di trattamento di tutta l’area frontale di scavo.
I cingoli in acciaio sono azionati da due motori idraulici, accoppiati a riduttori epicicloidali dotati di freno negativo per lo stazionamento anche su piani di elevata pendenza.
Ogni motore viene controllato indipendentemente in modo proporzionale fine per dar modo all’operatore di manovrare con spostamenti anche di minima entità.

Nella  fase  di  lavoro  l’unità  è  mantenuta  fissa  da  quattro  stabilizzatori ad  azionamento  indipendente,  due  posizionati  anteriormente  e  due posteriormente al corpo macchina. Tutti i cilindri sono dotati di valvole di controllo discesa.

La ralla principale anteriore, posizionata sul corpo macchina, è dotata di dentatura  ad  elevato  modulo  ed  è  movimentata  da  quattro  motoriduttori epicicloidali aventi pignone integrato adatto a sopportare elevatissimi carichi radiali.
Il  gruppo  articolazione  a  ridosso  del  mast  è  movimentato  da  due  cilindri idraulici contrapposti completi di valvole di controllo.
Sia nell’impiego della macchina per perforazioni in esterno che in galleria, il movimento di brandeggio è ottenuto agendo sulla rotazione della ralla.
La  ralla  principale  posteriore,  posizionata  sul  corpo  macchina,  è dotata di dentatura ad elevato modulo ed è movimentata da quattro motoriduttori epicicloidali aventi pignone integrato adatto a sopportare elevatissimi carichi radiali.
Supporta  un  cilindro  telescopico  strutturalmente  sovradimensionato che  collega  una  slitta  posteriore  all’antenna  della  perforatrice  per utilizzo in galleria con mast corsa 13 m.
La  notevole  rigidità  della  struttura  e  delle  articolazioni  permette  un posizionamento preciso dell’antenna oltre alla drastica riduzione di movimenti e giochi dovuti alle sollecitazioni in essere durante le fasi di utilizzo.

L’antenna, realizzata con un acciaio ad alto limite di snervamento, è provvista di guide laterali in acciaio speciale per lo scorrimento del carrello-testa di rotazione e per la traslazione longitudinale dell’antenna stessa.
Il gruppo motoriduttore che aziona la catena di trascinamento del carrello rotary è installato nella parte inferiore dell’antenna per garantire una grande accessibilità e rapidità  nelle operazioni di manutenzione, oltre a permettere una agevole installazione delle prolunghe e degli accessori necessari per eseguire iniezioni jetting. Il pignone e la catena sono mantenuti puliti grazie ad ampie finestre di scarico e ad uno speciale dispositivo che impedisce che detriti di lavorazione possano venire a contatto con essi.
Nella versione mast corsa 13 m da galleria è presente un particolare dispositivo automatico che consente di sostenere aste e tubi di rivestimento di diversi diametri.

Il carrello rotary è dotato di 12 cuscinetti di rotolamento, di cui otto regolabili
rispetto le guide per ridurre giochi e prevenire saltellamenti della rotary.
Il carrello è dotato di un cilindro di azionamento dello scorrimento laterale
della rotary così da rendere accessibile il foro per l’inserimento di armature.

La MDT 140 K può essere allestita con un’ampia gamma di accessori per consentire personalizzazioni diverse in funzione delle differenti tecnologie di perforazione richieste.

Caratteristiche tecniche soggette a modifiche senza preavviso. La diffusione su scala mondiale del prodotto qui illustrato impone, per le differenti normative, l’utilizzo di immagini ed illustrazioni puramente indicative, quindi non impegnative.

Share